Il Processo di Produzionedi Celle e Moduli Solari

· Notizia sull'industria fotovoltaica

I moduli solarihanno nove componenti fondamentali: celle, strisce di interconnessione, striscedi convergenza, vetro temperato, EVA, backsheet, leghe di alluminio, silicone escatole di giunzione. 

Qual è ilprocesso di produzione dei moduli solari half-sheet? 

Con lapopolarità e l'applicazione della tecnologia half-sheet, quali sono gli aspettichiave del processo di produzione che distinguono i moduli half-sheet daimoduli whole-sheet? Più alta è la corrente della cella, maggiore è il valoredell'utilizzo della tecnologia half-sheet. Il processo di produzione di un modulo si basa approssimativamente su sette fasi: saldatura delle stringhe - laminazione - laminazione - intelaiatura - installazione della scatola di giunzione -Trattamento --Test 7 fasi del processo, e infine l'imballaggio e l'ingresso sul mercato. 

A differenza delmodulo intero, il processo di taglio delle celle per i moduli a mezzo wafer èrealizzato all'estremità del modulo, con l'aggiunta di un link di affettatura edi un affettatore laser, seguito da regolazioni della saldatura delle stringhee del processo di laminazione; all'estremità della cella, la tecnologia a mezzo wafer richiede solo regolazioni del layout della cella.   

Come funziona ilprocesso di produzione delle celle solari? 

Taglio, pulizia,preparazione della superficie del vello, incisione della periferia, rimozionedella giunzione PN+ posteriore, produzione degli elettrodi superiori einferiori, produzione del film antiriflesso, sinterizzazione, test e messa inscena, ecc. 10 passi.   

Descrizione delprocesso di produzione specifico delle celle solari 

1. Affettatura:utilizzando il taglio multilinea, le barre di silicio sono tagliate in wafer disilicio quadrati. 

2. Pulizia:pulizia con metodi convenzionali di pulizia dei wafer di silicio, poi usandouna soluzione acida (o alcalina) per rimuovere 30-50um dello strato di danno dataglio dalla superficie del wafer. 

3. Preparazionedel vello: un'incisione anisotropa del wafer con una soluzione alcalina perpreparare il vello sulla superficie del wafer. 

4. Diffusionedel fosforo: diffusione utilizzando una fonte rivestita (o una fonte liquida, ouna fonte solida di nitruro di fosforo a scaglie) per fare una giunzione PN+,con una profondità di giunzione tipicamente di 0.3-0.5um. 

5. Incisioneperiferica: lo strato di diffusione formato sulla superficie periferica delwafer di silicio durante la diffusione metterà in cortocircuito gli elettrodisuperiori e inferiori della cella, rimuovere lo strato di diffusione perifericomediante mascheratura di incisione umida o incisione secca al plasma. 

6. Rimuovere lagiunzione PN+ posteriore. Il metodo dell'incisione a umido o della rettifica ècomunemente usato per rimuovere la giunzione PN+ sul lato posteriore. 

7. Fabbricazionedegli elettrodi superiori e inferiori: si usa la placcatura a vapore sottovuoto, la nichelatura chimica o la stampa e la sinterizzazione della pasta dialluminio. L'elettrodo inferiore è fatto per primo, seguito dall'elettrodosuperiore. La stampa in pasta di alluminio è un processo ampiamente utilizzato. 

8. Produzione difilm antiriflesso: per ridurre le perdite di riflessione in entrata, uno stratodi film antiriflesso viene applicato alla superficie del wafer di silicio. Imateriali utilizzati per produrre la pellicola riflettente sono MgF2, SiO2,Al2O3, SiO, Si3N4, TiO2, Ta2O5, ecc. I metodi di processo possono essere il rivestimento sotto vuoto, il rivestimento ionico, lo sputtering, la stampa, il PECVD o la spruzzatura, ecc. 

9.Sinterizzazione: Sinterizzazione del chip della batteria su un substrato dinichel o di rame. 

10.Classificazione di prova: secondo la specificazione prescritta di parametri,classificazione di prova.   

Metodi di provaper i pannelli solari   

1. Poiché lapotenza di uscita dei moduli solari dipende da fattori quali l'irraggiamentosolare e la temperatura delle celle solari, le misurazioni dei moduli solarisono effettuate in condizioni standard (STC), che sono definite come 

Massaatmosferica AM1.5, intensità luminosa 1000 W/m2 e temperatura 25°C. 

2. tensione dicircuito aperto: con una lampada alogena al tungsteno 500W, 0 a 250V ACtrasformatore, intensità luminosa impostata su 38 a 40.000 LUX, distanza tra lalampada e la piattaforma di prova circa 15-20CM, valore di prova diretta cometensione di circuito aperto. 

3. In questecondizioni, la potenza massima in uscita dal modulo solare è chiamata potenzadi picco. In molti casi, la potenza di picco del modulo è solitamentedeterminata utilizzando un simulatore solare. 

I principalifattori che influenzano il rendimento di un modulo solare sono i seguenti. 

1. impedenza dicarico, 2. intensità della luce solare 4. temperatura, 5. ombreggiamento     

Ispezione emanutenzione quotidiana dei moduli solari   

1. Controllarese il pannello della batteria è rotto, per essere trovato in tempo,sostituzione tempestiva. 

2. Controllarese la linea di collegamento del pannello della batteria e il filo di terra sonoin buon contatto e se c'è qualche fenomeno di spargimento. 

3. Controllarese c'è calore nella giunzione della scatola del lavandino. 

4. Controllarese la staffa della piastra della batteria è allentata e rotta. 

5. Controllaredi pulire eventuali erbacce intorno al pannello della batteria che stannobloccando il pannello. 

6. Controllareche la superficie del pannello non sia coperta. 

7. Controllarese ci sono escrementi di uccelli sulla superficie del pannello della batteria epulire se necessario. 

8. Valutare lapulizia del pannello della batteria. 

9. In caso divento i pannelli e i supporti devono essere ispezionati con enfasi. 

10. La nevepesante dovrebbe essere pulita in tempo per evitare la neve e il ghiacciocongelato sulla superficie del pannello. 

11. In caso dipioggia battente bisogna controllare se tutte le guarnizioni impermeabili sonobuone e non ci sono perdite d'acqua. 

12. Controllarese ci sono animali che entrano nella centrale per danneggiare i pannelli dellabatteria. 

13. Incondizioni di grandine, la superficie dei pannelli dovrebbe essere ispezionata. 

14. Controllarela temperatura dei pannelli e analizzarla rispetto alla temperatura ambiente. 

15. I problemicontrollati devono essere trattati, analizzati e riassunti in modo tempestivo. 

16. Fare unaregistrazione dettagliata di ogni ispezione per facilitare l'analisi futura. 

17. Fai unresoconto sommario dell'analisi e archivialo. 

Tutti i Posts
×

Quasi fatto…

Ti abbiamo appena inviato una email. Ti preghiamo di cliccare il link nella email per confermare la tua iscrizione!

OK